• BIOGRAFIE - Laura Biagiotti

Laura Biagiotti

Laura Biagiotti, nata a Roma sotto il segno del Leone, è uno dei più grandi nomi della moda italiana. Dal 1980 vive e lavora nella campagna romana, nel Castello Marco Simone: un monumento nazionale dell’XI secolo riportato all’antico splendore dopo anni di paziente restauro assieme al marito Gianni Cigna, prematuramente scomparso nell’agosto 1996. L’interesse di Laura Biagiotti per la moda ha inizio negli anni ‘60 quando segue le orme della madre Delia Soldaini Biagiotti, fondatrice di un atelier. Nel 1997 Lavinia Biagiotti Cigna entra nell’azienda di famiglia, di cui è Vice Presidente dal 2005. Laura Biagiotti è conosciuta in tutto il mondo per la straordinaria qualità della sua moda: il New York Times l’ha definita “The Queen of Cashmere” – la Regina del Cashmere – per il suo amore per questo filato prezioso che ha usato fin dalla prima collezione con un approccio coltivato e diverso, evolvendolo in una dimensione moda che prima gli era sconosciuta. Riconoscimenti Nel 1992 a New York, Laura Biagiotti riceve il premio Donna dell’Anno. Nel 1993, a Pechino le viene assegnato il trofeo Marco Polo per aver portato l’industria italiana in Cina. Nel 1995 è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro che ha premiato i suoi numerosi anni d’attività nella moda e l’alto contributo dato alla diffusione del prestigio del Made in Italy nel mondo. Dal 2000 Laura Biagiotti è stata Presidente del Comitato Leonardo, che riunisce l’eccellenza italiana dell’industria, dell’arte e della cultura. Dal 2009 è Presidente Onorario. Nel 2001 è la prima stilista a ricevere il Prix Femmes D’Europe per aver contribuito a promuovere la partecipazione delle donne allo sviluppo dell’unificazione europea. Nel 2002 Laura Biagiotti festeggia trent’anni di carriera avendo esordito con la prima collezione a Firenze nel 1972. Le vengono conferiti numerosi riconoscimenti in tutto il mondo tra cui il Premio Marisa Bellisario e il Premio Speciale alla Carriera della Camera Nazionale della Moda Italiana consegnato in diretta sulla scalinata di Piazza di Spagna durante la manifestazione Donna sotto le stelle. Sempre nel 2002 le poste italiane hanno emesso un francobollo dedicato alla stilista del valore di € 0,41 raffigurante un abito Biagiotti ispirato a profili della Roma Classica. Laura Biagiotti è la prima stilista ad aver redatto un capitolo sull’Enciclopedia Treccani raccontando il Made in Italy nel Book of the Year 2004. Nel luglio del 2004 il Sindaco di Roma Walter Veltroni ha conferito a Laura Biagiotti la Lupa Capitolina in una giornata di eventi speciali dedicati alla stilista e motivati dalla lunga consuetudine di amore e cultura che Laura Biagiotti ha sempre intrattenuto con la Città Eterna. Nel febbraio 2006 Lavinia Biagiotti Cigna ha ritirato a Mosca insieme a Ksenia Gorbaciova, la nipote del Presidente Mikhail, un Premio a Laura Biagiotti che per prima ha sfilato in territorio russo nel 1995. Nel settembre del 2007 Laura Biagiotti ha ricevuto il Leone di Cristallo alla Carriera - Premio Casinò di Venezia durante il Gala Ufficiale a conclusione della 64a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Nel gennaio 2011 Laura Biagiotti ha ricevuto il Premio Leonardo, consegnato per la prima volta ad una donna, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per il suo eccezionale contributo alla diffusione del Made in Italy nel mondo. Sfilate Storiche Il 25 Aprile 1988 a Pechino ha avuto luogo un evento unico nella storia della moda: 30 modelle cinesi hanno indossato le più significative creazioni della carriera di Laura Biagiotti, che diventa così la prima stilista italiana ad aver sfilato in Cina. Quasi centocinquanta abiti hanno reso omaggio alle materie prime prodotte in Cina da secoli: sete e cashmere preziosi. Il 5 febbraio del 1995 si sono spalancate le mitiche porte del Grande Teatro del Cremino: Laura Biagiotti è la prima stilista italiana a sfilare a Mosca, nella vecchia sede del PCUS. Con una sfilata-spettacolo ha unito in un ponte ideale la moda e la cultura italiana alla grande nazione russa. Nel 1997 Laura Biagiotti è stata invitata da Madame Suzanne Mubarak, moglie del Presidente Egiziano, a portare la sua moda al Cairo, in occasione di una Charity che ha raccolto più di un milione di dollari. Nel 2000 il Cancelliere tedesco Gherard Schroeder ha voluto una sfilata Laura Biagiotti per celebrare l’EXPO di Hannover. Il 13 luglio 2004 è andato in scena a Roma un Biagiotti-Day: per la prima volta nella sua carriera Laura Biagiotti ha sfilato nella capitale, sulla Piazza del Campidoglio, attorno al simulacro di Marc’Aurelio. Nel novembre 2006 a Dubai si è tenuto un evento di grande rilevanza per il Gruppo Biagiotti e per la moda bambino: la collezione Laura Biagiotti Dolls è stata la prima linea bambino a sfilare negli Emirati Arabi, riscuotendo grande successo. In occasione dell’Expo Internazionale di Shanghai 2010, sono stati esposti all’interno del Padiglione Italiano, ed in seguito donati, alcuni dei modelli più significativi delle collezioni Laura Biagiotti. Moda&Arte Laura Biagiotti è costantemente coinvolta nella promozione della cultura: dopo aver restaurato il Castello Marco Simone ha sponsorizzato il recupero di un piviale ricamato custodito a Milano al Museo Poldi Pezzoli il cui disegno si è rivelato essere autentico di Botticelli. Nel 1998 la Laura Biagiotti Parfums ha portato agli antichi splendori la Scala Cordonata del Campidoglio, disegnata da Michelangelo, che rappresenta il cuore della romanità. Nel 2003 Laura Biagiotti con i suoi profumi ha donato il nuovo Grande Sipario al Teatro La Fenice di Venezia, dopo che l’originale era stato distrutto dall’incendio. Il Grande Sipario è dedicato a Gianni Cigna. Laura Biagiotti ed il marito hanno raccolto il nucleo più importante di quadri del pittore futurista Giacomo Balla. La collezione facente parte della Fondazione Biagiotti Cigna, è stata esposta nel 1996 a Mosca nel Museo Puskin e, nel 1998, a Roma nel Chiostro del Bramante. Dal 1999 Laura Biagiotti ha siglato un accordo di sponsorizzazione con il Piccolo Teatro Studio di Milano, dove le collezioni Laura Biagiotti sfilano in esclusiva. Nel febbraio del 2007 Laura Biagiotti insieme al Ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli ed al Presidente di Procter&Gamble Italia Vito Varvaro hanno dato il via ai lavori di Restauro delle Fontane di Piazza Farnese a Roma, realizzati con il contributo di Laura Biagiotti Parfums. Nel dicembre 2009 presso il Museo dell’Ara Pacis di Roma è stato esposto il monumentale Arazzo “Genio Futurista” del Maestro Giacomo Balla, fondamentale opera dell’artista non esposta da più di trent’anni . Moda &Sport Laura e Lavinia Biagiotti hanno introdotto per prime la sinergia tra moda e sport, volta a rafforzare due grandi settori che contribuiscono a diffondere il prestigio del Made in Italy nel mondo. Nell’ottobre 2000 per il suggestivo finale della sfilata gran parte dei campioni dell’Olimpiade di Sidney 2000 hanno sfilato per Laura Biagiotti avvolti in un tricolore di cashmere. Il legame tra moda Biagiotti e grandi atleti è proseguito nel tempo con testimonial d’eccezione tra cui la tennista Francesca Schiavone, l’arbitro Pierluigi Collina, lo sciatore Giorgio Rocca, il nuotatore Massimiliano Rosolino, il pilota di F1 Jarno Trulli, il campione di anelli Yuri Chechi, il maratoneta Stefano Baldini, il pilota di Moto GP Marco Melandri, il ciclista Mario Cipollini, la schermitrice Valentina Vezzali, la sciatrice Daniela Ceccarelli, la nuotatrice Federica Pellegrini, le pallavoliste Francesca Piccinini e Maurizia Cacciatori, i pattinatori Maurizio Margaglio e Barbara Fusar Poli, il campione di slittino Armin Zoeggeler, lo sciatore Manfred Moelgg, il campione di salto in lungo Andrew Howe, la sciatrice Arianna Follis,la campionessa di judo Giulia Quintavalle e la schermitrice Margherita Granbassi. Laura Biagiotti è stata la prima stilista italiana ad investire nel golf: nel 1991 ha inaugurato il Marco Simone Golf, uno tra i più bei campi italiani, situato alle porte di Roma. Le 27 buche, disegnate dall’architetto americano Jim Fazio, si snodano su 150 ettari di terreno intorno al Castello Marco Simone. La Club House, con i suoi 7.000 metri quadrati, è la più grande d’Europa. Nel maggio del 1994 il Club ha ospitato l’Open d’Italia. Lavinia Biagiotti Cigna è stata il primo Tedoforo della moda ad aver portato la Fiamma di Torino nel dicembre 2006. Le fragranze Fiori Bianchi, il primo profumo di Laura Biagiotti, è stato lanciato nel 1982, seguito nel 1988 da Roma e nel 1992 da Venezia. Nel 1994 sono stati lanciati Laura e Roma Uomo. Nel 2004 nasce Aqua di Roma premiato nel 2005 con il Fifi Award. Nel gennaio 2008 è stato lanciato la fragranza femminile Laura Biagiotti Donna. Nel 2008 Roma, considerato un classico best seller in tutto il mondo, ha festeggiato 20 anni. Nel 2010 sono state lanciate le fragranze Mistero di Roma e Mistero di Roma Uomo. Le Collezioni Ogni anno Biagiotti Group presenta oltre 70 collezioni di abbigliamento e accessori tra le quali la linea di pret-à-porter Laura Biagiotti, la linea kids Laura Biagiotti Dolls, e le collezioni di lingerie, borse e pelletteria, occhiali da sole e da vista, foulards, ombrelli, calze e calzature uomo donna e bambino, biancheria per la casa e bomboniere.