L’argento simboleggia la donna, la luna, l’acqua e la fertilità. Ha il potere di trattenere le energie positive: è una sorta di specchio magico che riflette e amplifica l’eterno presente. Per questo il nuovo profumo femminile di Laura Biagiotti è Forever Touche d’Argent, flanker di Forever, una fragranza modulata sulla straordinaria capacità delle donne di dare ad ogni tipo d’amore il senso dell’infinito. Forever Touche d’Argent rivela il lato più misterioso della femminilità, quell’aura intrigante che ogni donna coltiva segretamente in sé. Jordi Fernandez, maestro profumiere di Givaudan, ha costruito una potente partitura olfattiva che racconta in modo nuovo l’infinita complessità dell’anima femminile.

ACQUISTA FOREVER TOUCHE D'ARGENT

LA FRAGRANZA

NOTE DI TESTA
bergamotto italiano
alga laminaria
pepe rosa
pepe nero
pera (accordi)

NOTE DI CUORE
mughetto
iris
peonia
caramello salato
tuberosa

NOTE DI FONDO
muschio di quercia
vaniglia
musk
fava tonka

L’ESSENZA

MAESTRO PROFUMIERE
Jordi Fernandez di Givaudan

LA FAMIGLIA OLFATTIVA
chypre – fruttato – floreale

L’ESSENZA

MAESTRO PROFUMIERE
Jordi Fernandez di Givaudan

LA FAMIGLIA OLFATTIVA
chypre – fruttato – floreale

IL DESIGN

Progettato in collaborazione con Lutz Hermann di Amburgo, il flacone di Forever Touche d’Argent riproduce in verticale il simbolo dell’infinito che ha la forma di un otto disteso. Inventato nel 1655 dal matematico John Wallis, viene anche detto “lemniscata” che in latino significa nastro. Non a caso l’ampolla di vetro da cui traspare la sfumatura rosata del jus è come abbracciata dalle preziose volute di un nastro metallico d’argento che in alto forma l’intero tappo e sotto, all’altezza della base d’appoggio, viene lasciata volutamente aperta. L’argento che riflette e protegge è il luminoso leitmotiv della confezione in cartoncino bianco.

LA CAMPAGNA

Nella campagna visual l’iconica scalinata di Trinità dei Monti assume la siderale bellezza di un sogno. La testimonial: Laura Chiatti, con un sontuoso abito da sera Biagiotti in raso laminato, che scivola sul corpo sorretto da sottili bretelline ricamate con cristalli, diventa una creatura onirica moderna raffigurazione di una sacerdotessa della luna.